e

Parola di napoletano

La lingua napoletana affonda le sue origini nel medioevo. E di lingua bisogna parlare, non di dialetto, perché così riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio mondiale.

È una lingua fatta di ètimi che derivano dal greco e dal latino. La stessa andatura musicale del napoletano appartiene al greco antico; così come le vocali più aperte, le voci pronunciate con maggiore espressione, le consonanti battute con maggiore impulsione.

Gli spiriti dell’antichità folleggiano ancora nella gran parte delle parole napoletane. E noi vogliamo farveli conoscere.

Ogni venerdì alle 19. Parola di napoletani.